Duathlon Sprint di Cesate - 14 Giugno 2015
5 km di corsa - 20 km in bici - 2,5 km di corsa

Vi riporto l'analisi di Lazzaro, al suo esordio, nella multi-disciplina, con l'amico Davide!

"Esordio mio e di Davide in una disciplina multi-sport in preparazione alla nostra prima gara di Triathlon.
Parliamo subito delle poche cose negative:
- La pioggia torrenziale che ha cominciato a scrosciare a circa metà della frazione di bici.
- Le docce fredde negli spogliatoi.
- Il percorso a piedi quasi completamente sterrato nel parco delle Groane. Suggestivo ma faticoso, soprattutto per il fango e le molte pozzanghere da saltare.
- La stranezza del percorso in bici che purtroppo ha indotto qualcuno in errore. Durante il brifieng si è parlato di un circuito da percorrere 3 volte per un totale di 20 km. Peccato che alla fine del terzo giro il contachilometri segnasse circa 15 km. Che fare? Rientrare o proseguire? Ho seguito l’indicazione iniziale di percorrere 3 giri ma dentro di me ero convintissimo che sarei stato squalificato. Ho passato gli ultimi 2,5 km di corsa a pensare a quanto fossi stato stupido a commettere quell’errore ed alle scuse che avrei dovuto scrivere nei confronti della mia società. Fortunatamente invece la scelta si è rivelata corretta. Invece Davide, che ha avuto il mio stesso dubbio, per scrupolo ha percorso il quarto giro terminando la frazione di bici dopo 20 km, come avrebbe dovuto essere da regolamento. Non è stato l’unico a commettere l’errore, chiaro segnale di una pecca a livello organizzativo.

Le tante cose belle della giornata di ieri:
- Emozioni fantastiche: tensione, adrenalina, determinazione, tanta tanta gioia nel sentirsi bene e sopra le aspettative, i mille pensieri prima della gara e lo stato di trance durante la stessa, il confrontarsi con atleti strepitosi, il sentirsi parte di un gruppo, la consapevolezza che questo è il mio sport e lo sarà sempre di più.
- Sentirsi salutare ed incitare da un compagno di squadra che era casualmente nel parco ad allenarsi. Fantastico, grazie Willyam!
- Partire insieme ad un caro amico ed incitarsi quando ci si incrociava in bici.
- Il body da gara della nostra società, semplicemente il più bello!
- Infine, chiudo con il dettaglio che più mi ha emozionato di tutta la gara: la frazione in bici. Prima volta su una bici in modo competitivo, mi sono trovato perfettamente a mio agio e naturalmente inserito nell’evento. Ho trovato un paio di compagni di gruppo fantastici, in particolare un vispo signore che ruzzava a circa 40 km/h. Ho tirato spesso a mia volta, non siamo mai stati superati da nessuno e abbiamo chiuso alla grande.

Devo per forza ringraziare le persone che negli scorsi mesi mi hanno insegnato molto: Barbara, Romeo e Marco

Cose da migliorare per le prossime gare: molte, ma una in particolare … le transizioni!"

Lazzaro Baj chiude con un crono di 00:58:57 - 44 posizione assoluta su 95 atleti arrivati, 9° categoria S3;
Davide De Palma chiude in 01:12:13 (ma con un giro in più di bici) - 92 assoluto, 12° categoria S3
E adesso guardano al Triathlon Sprint di Ledro di metà Luglio.

Comment